"Meditazione Quotidiana dello Stop" di Ambra Guerrucci

meditazione spiritualità benessere illuminazione federico bellini ambra guerrucci
.
Ho scelto di proporre questa tecnica, che prende spunto dal filosofo e maestro Gurdjieff, perché penso che la meditazione non debba essere una fuga dal mondo, ma uno stato da integrare nella vita quotidiana. Mentre i discepoli di Gurdjieff erano impegnati nelle attività quotidiane, profondamente immersi in ciò che stavano facendo, il maestro diceva “stop!” e tutti si dovevano fermare esattamente nella posizione in cui erano. Questo esercizio così semplice è un tesoro che “Mister G.” ha regalato all’umanità, in quanto è in grado di fermare la mente e riportarti nell’attimo presente. Come ha scoperto il russo Pavlov, l’attività mentale e quella fisica sono profondamente connesse e bloccando improvvisamente l’attività fisica con uno “stop!” anche la mente si ferma inevitabilmente.
.
Durante l’attività quotidiana, qualsiasi cosa stai facendo, ricordati di questo esercizio e fermati completamente, rimanendo assolutamente immobile per almeno una ventina di secondi. Qualunque cosa tu stia facendo, appena te ne ricordi, fermati all’improvviso e rimani semplicemente presente a quanto sta accadendo nel “qui e ora”. È importante che la cosa non sia programmata, ma fatta all’improvviso ed è molto utile ripetere l’esercizio almeno sei volte al giorno. Se pensi di non ricordartelo, o non riesci a farlo improvvisamente, programma la sveglia sul telefono cellulare, in modo che suoni sei volte al giorno ed ogni volta che squilla fermati. È importante non ripetere l’esercizio sempre alla stessa ora, non deve diventare automatico o si perde il punto dell’esercizio, che serve proprio a rompere l’automatismo.
.
Se tutto ad un tratto diventi presente, la tua energia cambia e la catena di pensieri associativi si spezza inevitabilmente, lasciando la mente vuota, in stato meditativo. Eseguendo quotidianamente questo metodo diverrai più consapevole ed anche le persone che ti circondano si renderanno conto, magari inconsciamente, che la tua energia è diversa. 

Commenti